Comitato Marsicano NO Powercrop
25nov/110

Conferenza stampa a Pescara

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
8nov/110

Oggi è stata scritta una buona pagina nella storia della Marsica

Il Comitato Marsicano NO Power Crop esprime piena soddisfazione per il voto di oggi del Consiglio Regionale. All’unanimità è stato approvato un documento che congela l’iter autorizzativo almeno fino all’esito dei ricorsi pendenti presso il TAR Abruzzo; inoltre si chiede al Comitato VIA di procedere a una nuova Valutazione di Impatto Ambientale, sulla base di quanto previsto dall’articolo 6 del D.lgs 152 del 2006’; si sollecita, infine, a valutare l’ipotesi di predisporre una normativa che contempli il vincolo di rilascio di parere di Valutazione di Impatto Sanitario, cosi’ come richiesto dalle Amministrazioni comunali di Avezzano e Luco dei Marsi.

Oggi è stata scritta una buona pagina nella storia della Marsica e dell’Abruzzo intero: finalmente istituzioni, forze politiche e popolo hanno avuto un’ unica voce. All'Aquila sono giunti circa 100 manifestanti "armati" di striscioni, fischietti e allegri cori di protesta contro quella che è a tutti gli effetti una vera violenza contro il territorio Marsicano. Insieme ai comitati cittadini, in prima fila  e vestiti del "tricolore", il nostro Sindaco di Avezzano, Antonio Floris (PDL), e il Sindaco di Luco dei Marsi, Camillo Cherubini (PD), i quali a fine Consiglio si sono abbracciati amichevolmente congratulandosi per l'esito positivo della giornata, un messaggio bello, forte e chiaro con il quale si torna a ribadire che la salvaguardia di un territorio, della sua economia e di chi lo abita non è nè di destra nè di sinistra, ma appartiene a tutti noi indistintamente.

"Siamo riusciti finalmente, dopo mesi di attesa e rimandi, a far comprendere alla Regione che la salvaguardia dell’ambiente è un tema di fondamentale importanza per il territorio marsicano". E’ questo il commento del consigliere Regionale Giuseppe Di Pangrazio (PD) uno dei promotori del documento oggi votato.

"Una decisione che, anche se non pone la parola fine sull’intera vicenda, costituisce un passo importante verso la sconfitta definitiva di tale progetto - afferma Antonello Santilli (Idv) - ed un segnale forte di vicinanza alle ragioni dei suoi oppositori".

"L’approvazione della risoluzione presentata dall’opposizione è una vittoria della mobilitazione democratica. Ma non bisogna abbassare la guardia. Oggi si è vinta una battaglia non la guerra", questo il commento del Consigliere Regionale Maurizio Acerbo (PRC), anche egli promotore del documento messo ai voti quest'oggi.

Ed è proprio così, oggi abbiamo ottenuto un buon risultato, ma la pratita non è ancora conclusa, per questo motivo il Comitato Marsicano NO Power Crop  vigilerà sulla attuazione degli impegni presi dal Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi e dall'Assessore Regionale all'Ambiente Mauro Di Dalmazio, e continuerà con ancora più forza nell’opera di sensibilizzazione e mobilitazione dell’opinione pubblica.

 La Megacentrale non si farà. La Power Crop si rassegni e cambi idea!

Grazie per questo piccolo, ma importante risultato ai ragazzi del Comitato Marsicano NO Power Crop, ai sindaci Floris e Cherubini e ai consiglieri Regionali che si sono impegnati fino in fondo a fianco dei cittadini.

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
19ott/110

Il video della manifestazione del 17 ottobre 2011 presso la Regione Abruzzo

L'Aquila 18/10/2011 Il comitato no-metanodotto Sulmona - L'Aquila - Foligno e il Comitato Marsicano No-Power Crop (una centrale a biomasse nel Fucino) sono fuori il consiglio regionale dove si discuterà di entrambi i progetti. Il consiglio regionale approverà una risoluzione per lo studio di un tragitto alternativo per il metanodotto Snam. Intanto Domenica 23 alle 16 si riunirà anche all'asilo occupato a L'Aquila un'assemblea per fare rete sui conflitti ambientali abruzzesi.

Nell'intervista il nostro Luigi Presutti

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
6ott/110

Power Crop: il Consiglio Comunale dice NO alla centrale


Si è tenuto oggi ad Avezzano il Consiglio Comunale Straordinario avente come unico ordine del giorno l’impianto a biomasse della Powercrop. All'esterno del palazzo comunale prima della riunione e all'interno durante, manifestanti con striscioni e volantini hanno ribadito la propria opposizione alla centrale. Presente al consiglio anche il sindaco di Luco dei Marsi, Camillo Cherubini, che prendendo la parola ha evidenziato che - "Il problema non riguarda solo Borgo Incile di Avezzano e la Petogna di Luco, interessa l’intera popolazione del territorio marsicano" , ha poi aggiunto che "mentre a Luco i cittadini sono molto coinvolti in questa storia, ad Avezzano la gente non  ne sa nulla" e quindi ha invitato l'intera amministrazione comunale di Avezzano a farsi promotrice dell’informazione tra i cittadini e soprattutto a partecipare come istituzione al prossimo consiglio regionale all'Aquila ove si discuterà della approvazione di un documento che sospenda il giudizio favorevole della VIA e blocchi l'iter procedurale della centrale. Tale invito è stata o ampiamente accolto e condiviso anche dal sindaco di Avezzano, Antonio Floris.

Ricordiamo che contro l’impianto  i comuni di Avezzano e Luco dei Marsi si sono già espressi presentando un ricorso al Tar.

Il consiglio ha votato all'unanimità un documento che impegna il sindaco Antonio Floris a intraprendere tutte le strade possibili, politiche, amministrative e giudiziarie per fermare la realizzazione del progetto che nascerà a Borgo Incile.

Intervento Camillo Cherubini

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Continua a leggere: "Power Crop: il Consiglio Comunale dice NO alla centrale"
3ott/110

Perche’ diciamo no

Sefora Inzaghi parla della vicenda Power Crop durante una riunione del gruppo di acquisto solidale GAS Integrati Marsica

 

Ripresa video: Massimo Pisani

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
21nov/100

Assemblea popolare a Luco dei Marsi

Venerdì 19/11/2010 alle ore 18.00 presso il comune di Luco dei Marsi si è tenuta un’assemblea popolare che ha visto la partecipazione di molti cittadini, in particolare quelli del comune ospite. Lo scopo dell’incontro (fortemente voluto dal Comune di Luco assieme alle categorie di agricoltori e al comitato cittadino di Borgo Incile), è stato quello di fare il punto della situazione sul caso “inceneritore” a biomasse della PowerCrop.

Il 7 settembre l’impianto ha ricevuto l’approvazione da parte della  commissione VIA della Regione  Abruzzo. Una vicenda che lascia fortemente perplessi cittadini (quelli che se ne interessano), comitato e istituzioni (quelle che se ne interessano) tanto che si è deciso di fare ricorso al TAR. Ciò ha portato il Comune di Avezzano (all’interno del quale l’opera verrà realizzata)  e quello di Luco dei Marsi (comune limitrofo) a cercare una collaborazione politico-istituzionale allo scopo di unirsi e dare forza al ricorso.

Non si tratta né di destra né di sinistra”- conclude Daniela Stati - "ma della dignità di un territorio e della gente che ci crede”.Di Pangrazio con il suo intervento ha voluto rassicurare i presenti che il comune di Avezzano è contrario alla realizzazione della centrale e ha nuovamente invitato il sindaco Cherubini ad andare al di là delle polemiche e farsi promotore presso il sindaco di Avezzano Antonio Floris cercando di ancora una volta unione e la collaborazione.

All’assemblea sono stati invitati tutti i Sindaci del circondario Fucense, ma l’unico a rispondere è stato Lorenzo Berardinetti, Sindaco di Sante Marie, e tutti gli altri dove sono? Che forse il Fucino non gli appartenga? 

PRIMA PARTE-Camillo Cherubini, Daniela Stati

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Continua a leggere: "Assemblea popolare a Luco dei Marsi"
15feb/090

Le motivazioni per cui ci si oppone alla centrale

Abbiamo analizzato il progetto sotto il profilo economico, ambientale e sanitario. E' fallimentare sotto ogni punto di vista. Di seguito il video realizzato dagli amici e componenti del comitato: Ciro Sabatino, Michele Saullo, Luigi Presutti, che ben spiega le motivazioni alla base della opposizione alla costruzione della centrale

PRIMA PARTE

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Continua a leggere: "Le motivazioni per cui ci si oppone alla centrale"
18nov/070

La prima manifestazione cittadina contro la centrale

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Continua a leggere: "La prima manifestazione cittadina contro la centrale"
3nov/070

Raccolta firme contro la centrale a biomasse

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
24set/070

Avezzano – estate 2007 arriva la centrale a biomasse Power Crop

A Borgo Incile di Avezzano la Power Crop costruirà un inceneritore a biomasse. Di cosa si tratta?

A seguito del Programma nazionale di ristrutturazione del settore bieticolo saccarifero (art. 6 Reg. CE 320/2006) (scarica pdf) l'ex zuccherificio di Celano viene riconvertito a stabilimento per la lavorazione dei prodotti ortofrutticoli del Fucino; in tale contesto, però,  la Eridania- Sadam Spa (gruppo Maccaferri) invece che presentare un progetto per uno stabilimento in cui lavorare le nostre produzioni ortofrutticole, presenta un progetto completamente  diverso, sviluppato dalla società Power Crop, per la messa in esercizio di un impianto per la produzione di energia alimentato da 270 mila tonnellate/anno. Si tratta di una centrale a biomasse della potenza di 32 MW elettrici e 93 MW termici,  per un investimento totale di 92 milioni di euro.

Scopo della riconversione dovrebbe essere quello di ricompensare gli agricoltori del Fucino della perdita della barbabietola e creare una nuova filiera di produzione ortofrutticola che in qualche modo ricollochi anche i  70 lavoratori dell'ex  zuccherificio di Celano attualmente in cassintegrazione, ma a quanto pare la multinazionale ha in mente ben altro futuro per questo territorio.

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Continua a leggere: "Avezzano – estate 2007 arriva la centrale a biomasse Power Crop"