Comitato Marsicano NO Powercrop
16mar/130

Grande partecipazione marsicana NO PowerCrop

Giovedì sera (15.03.2013) a Borgo Incile c’è stata un grande partecipazione cittadina, i locali della sede della proloco che sempre hanno ospitato le assemblee del Comitato Marsicano No PowerCrop, non sono riusciti ad accoglierci tutti. Meraviglioso perché significa che finalmente la città si sta svegliando dal torpore, un torpore che troppe volte ha permesso ad altri di portare avanti i propri interessi a discapito dei cittadini.

In seguito al ritorno della PowerCrop è stato lanciato un appello pubblico aperto a tutti e a rispondere sono stati in tanti: cittadini marsicani, (Trasacco, Luco dei Marsi, Avezzano, Celano), varie associazioni cittadineWWF, agricoltori, e anche una parte del mondo della politica locale: erano presenti, infatti, i consiglieri regionali Daniela Stati e Giovanni D’Amico, Giorgio fedele e Domenico Battaglia del “Movimento 5 stelle il coordinatore di Sel, Hermann Borghesi, Patrizia Lorenza Panei del Pd Marsicano, i consigliere del comune di Avezzano, Gianfranco Gallese e infine rappresentanti del Comune di Luco dei Marsi, vecchi e nuovi, Marivera De Rosa e Sergio Venditti.  tutti si sono detti  disposti ad attivare i loro rappresentanti parlamentari per scrivere insieme la parola fine alla Centrale a Biomasse PowerCrop

L’assemblea si è aperta con un riassunto della storia di questi ultimi 5 anni e di quelli che sono stati gli atti e le azioni prodotte dal 2007, quando il tutto ebbe inizio, fino al novembre 2011, quando in sede di consiglio regionale, sembrava si potesse felicemente porre la parola fine su questa vergognosa vicenda.
Invece succede qualcosa di inaspettato. Passa inosservata la norma a firma del Governo Monti (D.L 5/2012) che attribuisce ai progetti di riconversione del comparto bieticolo saccarifero carattere di interesse nazionale disponendo inoltre la nomina di un commissario ad acta.

Una norma anticostituzionale che di fatto viola gli articoli 117-118 e 120 del Costituzione Italiana  danno delle autonomie Regionali. E proprio contro questo decreto alcune Regioni come il Veneto, l'Emilia Romagna e la Puglia (tutte  interessate dalla riconversione del settore saccarifero) hanno presentato un ricorso, mentre la Regione Abruzzo non ha detto nulla! Il Silenzio della compiacenza e dell’indecenza aggiungiamo noi.

Il commissario ad acta è il Prefetto dell’Aquila Alecci, che una settimana fa ha convocato un tavolo a L’aquila dove partecipano i rappresentanti della PowerCrop, il Sindaco di Celano Filippo Piccone e il Sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio. Il messaggio che viene fuori da quell’incontro e che gli organi di stampa hanno passato è che l’inceneritore a biomasse della PowerCrop si farà!

Ma noi non ci stiamo! Non siamo quelli del NO, come qualcuno spesso ci ha etichettati, siamo quelli del NO allo scempio di un territorio. A borgo incile per anni abbiamo convissuto con l’impianto Ecocompost Marsica. Un impianto che faceva puzza da tutte le parti e che ci stava avvelenando. Ma consapevoli dell’importanza che il compostaggio occupa nel ciclo virtuoso dei rifiuti non ne abbiamo chiesto la chiusura, solo l’adeguamento che è arrivato grazie al prezioso  intervento dell’avvocato Giuseppe Verrecchia.

Ma alla PowerCrop ribadiamo il nostro NO Convinto non ci sono “sé” e non ci sono “ma”, perché si tratta di un’opera fallimentare per questo territorio sotto ogni profilo: economico, ambientale e sanitario.

Seguiranno azioni concrete a questa assemblea, inficiare la nomina del commissario ad acta in primis.

Il wwf Marsica e il wwf Abruzzo hanno già inviato da giorni una richiesta di Accesso agli atti, alla Regione, al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, al Prefetto Alecci, al Comune di Avezzano e al Comune di Luco dei Marsi  ma ad oggi a rispondere con una nota è il solo Comune di Luco dei Marsi. E gli altri?


Il Comitato Marsicano NO PowerCrop che ha già richiesto un incontro col sindaco di Avezzano affinché possa chiarire ai cittadini la sua posizione ambigua e possibilista rispetto alla realizzazione della centrale, ma ad oggi ancora nessuna risposta!

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.