Comitato Marsicano NO Powercrop
28set/070

Intesa Quadro di Filiera Agroenergetica…

...PER LA RICONVERSIONE DELL’ ATTIVITA’ BIETICOLO SACCARIFERA DELL’EX ZUCCHERIFICIO DI CELANO
Tra le OO.PP.AA., Powercrop s.r.l. ed Eridania Sadam S.p.a.       Premesso che:
La riconversione dell’ex zuccherificio di Celano prevede la realizzazione di una centrale elettrica della potenza di circa 30 MWe alimentata da biomasse lignocellulosiche provenienti da una filiera agro forestale e di coltivazioni dedicate; In data 2 agosto 2007 è stata sottoscritta presso il MiPAAF un’intesa preliminare per l’Accordo di riconversione Produttiva ai sensi del piano per la razionalizzazione del settore bieticolo saccarifero, da sottoporre all'approvazione del Comitato Interministeriale di cui alla legge 81/2006;
Tale intesa preliminare ha previsto, in particolare, che fra le OO.PP.AA., Powercrop ed Eridania Sadam S.p.a. entro il 10 settembre 2007 vengano:

  • Completate le valutazioni del progetto e definite le modalità tecniche di remunerazione della materia prima agricola (45€/ton), nell’ambito di un’intesa di filiera della durata minima di 12 anni;
  • Definite le possibilità di partecipazione finanziaria da parte della componente agricola al Progetto industriale;

Tale intesa preliminare ha altresì previsto che in considerazione del coinvolgimento e della partecipazione economica della Parte agricola al Progetto, entro il 10 settembre 2007 gli Enti locali procedano all’individuazione del sito, con le caratteristiche tecniche richieste ed alla relativa verifica della sostenibilità territoriale, agricola ed economica, compatibilmente con le esigenze dei lavoratori interessati;
In data 31 agosto 2007 Power Crop, presso la sede dell’ARSSA in Avezzano, ha illustrato alle OO.PP.AA. gli elementi tecnici, progettuali ed economici dell’investimento;
È volontà delle Parti, con la sottoscrizione della presente intesa quadro di filiera, consentire il perfezionamento, sotto il coordinamento della Regione Abruzzo, dell’Accordo di Riconversione Produttiva entro il 15 settembre 2007;
In particolare, Power Crop ribadisce che la realizzazione dell’investimento è intimamente connessa all’avvio e al consolidamento di una filiera agricola locale tale da assicurare nel tempo il costante approvvigionamento della materia prima all’impianto nella quantità e qualità necessarie.

1-CARATTERISTICHE DELL’IMPIANTO
- Tipo di impianto Ciclo cogenerativo ad alta efficienza alimentato da colture dedicate alla potenza elettrica di circa 30 MW
- Alimentazione Cippato di legno e, in maniera accessoria, di specie erbacee annuali prodotte nel comprensorio dell’ex zuccherificio da colture dedicate e/o risultante da altre attività agricole, agro-forestali,ecc. per un totale di
270.000 tonnellate convenzionalmente considerate al 40% di umidità.
- Specie da coltivare. Saranno scelte in accordo con le OO.PP.AA. dando priorità alle colture ligno-cellulosiche pluriennali per loro maggiore valenza ambientale
- Superficie coltivata 4.500 ettari con alimentazione prevalente da colture dedicate pluriennali;
- Materiale boschivo Il 50% della biomassa potrebbe derivare dal materiale di risulta del governo dei boschi presenti nelle aree cirostanti il sito fino ad una distanza massima di 70 Km;

2- PARTE ECONOMICA
L’assetto contrattuale definitivo sarà perfezionato entro 30 giorni dall’approvazione degli incentivi maggiorati relativi alla revisione dei certificati verdi.
Sin d’ora si conviene che:
- Il prezzo base è fissato in misura non inferiore a 45 €/t per prodotto reso cippato franco fabbrica al 40% di umidità;
- Verrà erogato un “bonus di fidelizzazione” agli agricoltori che rispetteranno l’impegno pluriennale di fornitura;
- La parte di beneficio, derivante dall’eventuale revisione della normativa dei certificati verdi, che sarà destinata ad incrementare il prezzo della materia prima agricola sarà inversamente proporzionale al coefficiente di maggiorazione che sarà stabilito per legge;

3 – PARTE LOGISTICA ORGANIZZATIVA
Lo sviluppo della filiera agro-energetica verrà realizzato con il concorso di tutti i soggetti coinvolti, in particolare con le strutture aggregate di matrice agricola che potrebbero essere coinvolte nelle fasi di raccolta dell’offerta, nella gestione agricola della produzione e del conferimento dei materiali ligno-cellulosici.
L’implementazione di queste fasi avverrà nell’arco di tempo intercorrente tra la sottoscrizione degli accordi di riconversione e di filiera e l’entrata in esercizio della centrale.

4 - MODALITÀ’ DI PARTECIPAZIONE FINANZIARIA DELLA COMPONENTE AGRICOLA
L’iniziativa di investimento verrà realizzata attraverso la costituzione di una apposita società (Newco Marsica energia) controllata da Power Crop con la possibilità di partecipazione di terzi (imprese agricole e/o istituzioni) in una quota fino al 20%. È stato inoltre messo a punto uno schema partecipativo basato sull’emissione di un prestito obbligazionario convertibile al fine di:
- ridurre l’esborso finanziario iniziale dell’impresa agricola in quanto la sottoscrizione dell’obbligazione potrebbe avvenire con compensazione di una parte del prodotto conferito
- consentire all’impresa agricola di avere un lasso di tempo disponibile per valutare la convenienza dell’investimento

5 – STIPULA DEGLI ACCORDI DEFINITIVI
Come previsto dall’intesa preliminare del 2 agosto 2007, l’accordo di Riconversione Produttiva dovrà essere sottoscritto entro il 15 settembre 2007.

6 – RISORSE PUBBLICHE
per l’avviamento delle colture poliennali e la diversificazione colturale si prevede il supporto della Regione Abruzzo ai relativi investimenti infrastrutturali attraverso l’utilizzo dei fondi per la diversificazione produttiva.

Fonte: Briganti (SITE.it)

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.